La profezia che si autoavvera…a CASA e a SCUOLA.

Lo studio di Rosenthal e Jacobson (1965) Uno degli studi più interessanti relativi a questo argomento è stato svolto proprio nel contesto scolastico.Negli anni ’60 Rosenthal ideò un esperimento di psicologia sociale per valutare gli effetti delle aspettative degli insegnanti sul rendimento scolastico degli allievi di una scuola elementare. I risultati osservati attraverso la ricercaContinua a leggere “La profezia che si autoavvera…a CASA e a SCUOLA.”

La profezia che si autoavvera.

Come aspettative e credenze contribuiscono a “creare” la nostra realtà. Le profezie che si autoavverano sono un interessante fenomeno tale per cui le nostre credenze e aspettative finiscono per influenzare fortemente i nostri comportamenti e dunque ciò che ci accade. Oggi parleremo solo di alcune delle sfaccettature di questo interessante fenomeno, che è molto complesso.Continua a leggere “La profezia che si autoavvera.”

Rimproveri: sì o no?

Oggi parliamo di rimproveri, uno dei principali strategie educative che usiamo con bambini e ragazzi. E risponderemo subito alla domanda: rimproveri…sì. Ma ve ne poniamo subito due, molto più interessanti. Perché? Questa domanda può sembrare banale, ma credeteci, non lo è. Il rimprovero  educativo dovrebbe essere uno strumento educativo rivolto a chi “infrange una regola”, aContinua a leggere “Rimproveri: sì o no?”

GIOVANI E SOCIAL MEDIA: tra opportunità e rischi.

PERCHÉ È COSÌ IMPORTANTE PARLARE DI SOCIAL MEDIA?Semplice. Perché questi strumenti fanno ormai parte della nostra quotidianità. L’ultimo report annuale di We are Social e Hootsuite (Digital 2020) mostra che in Italia le persone persone passano sui social media in media 1 ora e 57 minuti al giorno. QUALI SONO LE PIATTAFORME PIÙ USATE?Sul podio troviamo Youtube, Whatsapp e Facebook. Seguite da Instagram, Twitter e Linkedin. DaContinua a leggere “GIOVANI E SOCIAL MEDIA: tra opportunità e rischi.”

La storia di Luca. Quando fare del nostro meglio non è abbastanza.

Luca ha sette anni ed è spesso arrabbiato. Arrabbiato con tutti! Ed è triste perché pensa di non saper fare niente. Ma Luca non piange mai, no. Luca si infuria, picchia, morde, urla, da calci e lancia cose. Poi scappa via. Si nasconde. E aspetta che qualcuno lo trovi. Aspetta che qualcuno, nonostante la suaContinua a leggere “La storia di Luca. Quando fare del nostro meglio non è abbastanza.”

Disturbi del neurosviluppo: molto più di un’etichetta! Affrontare con i propri figli il momento della diagnosi.

Come psicologa mi sono trovata più volte nella situazione di dover comunicare una diagnosi di un bambino o di un ragazzo. Il termine tecnico riportati nei manuali è “disturbo”: disturbo del linguaggio, disturbo dell’apprendimento, disturbo da deficit di attenzione e/o iperattività. In molte occasioni mi sono resa conto di quanto l’etichetta diagnostica conti poco. DavantiContinua a leggere “Disturbi del neurosviluppo: molto più di un’etichetta! Affrontare con i propri figli il momento della diagnosi.”

L’importanza del ruolo genitoriale nello sviluppo del bambino

Le famiglie, oggi, si caratterizzano per una pluralità di forme: adottive, biologiche, affidatarie, monoparentali, con genitori dello stesso sesso.A prescindere dalla tipologia familiare è evidente il legame che unisce il bambino a chi si prende cura di lui, e ciò implica una suddivisione di responsabilità di doveri e ruoli nella diade, insieme a una competenzaContinua a leggere “L’importanza del ruolo genitoriale nello sviluppo del bambino”

I videogames: ragioniamoci assieme

I videogames: croce e delizia per i genitori di tutto il mondo. Negli ultimi trent’anni i videogiochi sono diventati una tra le maggiori forme di intrattenimento. Nel 2019 il numero di italiani che hanno videogiocato è stato pari a 16.3 milioni (Aesvi; 2020). Quasi un quarto della popolazione nazionale. Inutile dire che ciò lo rendeContinua a leggere “I videogames: ragioniamoci assieme”

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito